Cerca
 

NewsLetter
 
Le nostre ultime Newsletters.

Inviato Data
10 31 Mar 2017
9 12 Ott 2016
8 21 Mag 2016
7 17 Mar 2016
6 02 Mar 2016


Seguici su FaceBook
 

 

Photo Gallery
 

I nostri Gruppi Parrocchiali
 

Menu principale
 

On-line
 

Abbiamo
10 ospiti e
0 utenti online

Sei un utente non riconosciuto. Puoi effettuare il login qui.



Login utente
 
Utente
Password
Ricordami

Non hai ancora un profilo? Puoi crearne uno qui. In quanto utente registrato hai alcuni vantaggi quali ad esempio un gestore di temi, la configurazione dei commenti e il loro invio col tuo nome, a seconda delle configurazioni e delle opzioni di questo sito.


Parrocchia San Gaetano
 

PP. Teatini

Via Tuscania, 12
00191 Roma
cellulare: 380.4310016
tel. 06-32.93.801
fax 06-36.30.19.00
Palestra 06-36.30.70.10

clicca qui per la mappa

Segreteria Parrocchiale:
Lun. - Ven.:
ore 17.00- 19.00

Sante Messe:
Feriali: 9.30 e 18.30
Festive: 8.30; 10.30;
12.00; 18.30

Per sostenere la Parrocchia:
codice IBAN:
IT 15 P 03069 03336 100000002311
intestato a:
Parrocchia San Gaetano

Diocesi Settore Nord
Vescovo Ausiliare
Mons. Guerino Di Tora

Prefettura XIII

Quartiere Fleming/Flaminia
15º Municipio


La Bibbia
 

Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

Pillole
 

Un giornalista, visitando Madre Teresa di Calcutta, la Casa dei Moribondi a Kalighat, dopo aver visto il lavoro delle suore che accudivano i sofferenti, esclamò: "Io non farei questo nemmeno per un milione di dollari!" Al che la Madre rispose: "Neppure io!"

-- Beata Teresa di Calcutta

WebMail
 


 
Attività Pastorale

 

 


 

Nel Duomo vecchio di Molfetta c'è un grande crocifisso di terracotta. Il parroco, in attesa di sistemarlo definitivamente, l'ha addossato alla parete della sagrestia e vi ha apposto un cartoncino con la scritta: collocazione provvisoria.
Collocazione provvisoria. Penso che non ci sia formula migliore per definire la croce. La mia, la tua croce, non solo quella di Cristo. Coraggio. La tua croce, anche se durasse tutta la vita, è sempre «collocazione provvisoria». Anche il Vangelo ci invita a considerare la provvisorietà della croce. C'è una frase immensa, che riassume la tragedia del creato al momento della morte di Cristo: «Da mezzogiorno fino alle tre del pomeriggio, si fece buio su tutta la terra». Ecco le sponde che delimitano il fiume delle lacrime umane. Ecco le saracinesche che comprimono in spazi circoscritti tutti i rantoli della terra. Ecco le barriere entro cui si consumano tutte le agonie dei figli dell'uomo.
Da mezzogiorno alle tre del pomeriggio. Solo allora è consentita la sosta sul Golgota. Al di fuori di quell'orario, c'è divieto assoluto di parcheggio. Dopo tre ore, ci sarà la rimozione forzata di tutte le croci. Una permanenza più lunga sarà considerata abusiva anche da Dio.
Coraggio, fratello che soffri. C'è anche per te una deposizione dalla croce. C'è anche per te una pietà sovrumana. Ecco già una mano forata che schioda dal legno la tua. Ecco un volto amico, intriso di sangue e coronato di spine, che sfiora con un bacio la tua fronte febbricitante. Ecco un grembo dolcissimo di donna che ti avvolge di tenerezza. Tra quelle braccia materne si svelerà, finalmente, tutto il mistero di un dolore che ora ti sembra un assurdo.
Coraggio. Mancano pochi istanti alle tre del tuo pomeriggio. Tra poco, il buio cederà il posto alla luce, la terra riacquisterà i suoi colori verginali e il sole della Pasqua irromperà tra le nuvole in fuga.

Don Tonino Bello


Inviato da : webgae,  12 Feb 2017  -  1162 Letture

Stampa la notizia: CORAGGIO, FRATELLO CHE SOFFRI | Invia questa notizia a un amico

Share |

 
Un altro progetto MAX s.o.s.
Crediti - Powered by MAXdev