Celebrazioni per la Pasqua e avvisi vari

Le Celebrazioni per la Pasqua e e gli appuntamenti di Aprile in Parrocchia

Parrocchia San Gaetano 20/03/2021 0

GIOVEDÌ 1
MESSA IN COENA DOMINI - ORE 18:30

VENERDÌ 2
ADORAZIONE DELLA CROCE - ORE 18:30

SABATO 3
VEGLIA PASQUALE - ORE 19:00

DOMENICA 4
PASQUA DI RESURREZIONE
MESSE: 8:30 - 10:30 - 12:00 - 18:30
 

DOMENICA 11
CORONCINA DELLA DIVINA MISERICORDIA ORE 15:00

  TUTTI I GIOVEDÌ
ADORAZIONE EUCARISTICA DALLE 17:30 ALLE 18:30

Potrebbero interessarti anche...

Parrocchia San Gaetano 26/09/2021

Avvisi Ottobre 2021

SABATO 2
FESTA DEI NONNI
SANTA MESSA - ORE 19:00

DOMENICA 3
GIORNATA DEL CREATO
PIANTUMAZIONE OLIVO LEUCOCARPA (olive bianche)
dopo la messa delle 10:30
SUPPLICA ALLA MADONNA DI POMPEI - ORE 12:00

MERCOLEDÌ 6
INIZIO CATECHISMO
PRIMA COMUNIONE - ORE 17:00

A PARTIRE DAL GIORNO 7
TUTTI I GIOVEDÌ
ADORAZIONE EUCARISTICA - ORE 17:00

DAL 3 OTTOBRE - ORARI DELLE SANTE MESSE
FERIALI: 7:30 - 9:30 - 18:00
FESTIVE: 8:30 - 10:30 - 12:00 - 18:00 - 19:30

Leggi tutto

Parrocchia San Gaetano 29/10/2020

Inizio del Catechismo 2020-2021

II Anno: mar. 13, mer. 14, merc. 21 ottobre

 I Anno: mar. 3 e mer. 4 novembre

Leggi tutto

Parrocchia San Gaetano 10/03/2022

Un camioncino carico di affetto per l'Ucraina

Può la Provvidenza assumere le sembianze di un camioncino? Pare proprio di sì. È quello che è successo giovedì 3 marzo nella nostra parrocchia. Un camioncino della parrocchia di Santa Elisabetta, che era venuto per scaricare il ricavato della raccolta effettuata nella sua zona, è invece stato riempito con il materiale per l’emergenza Ucraina frutto della generosità dei parrocchiani e degli abitanti del nostro quartiere, proprio mentre c’era il dubbio di non riuscire a stipare nelle macchine tutti gli scatoloni da portare nel centro di raccolta della Basilica di Santa Sofia, a via Boccea.

Infatti, la nostra parrocchia tramite una famiglia ucraina ben conosciuta, si è messa in contatto con la Basilica ricevendo delle indicazioni ben precise sulla tipologia di generi di cui c’era urgente richiesta. Forse non tutti sanno che la Basilica di Santa Sofia è la chiesa della comunità greco-cattolica ucraina di Roma e che è stata realizzata sulla base dei progetti originali per la costruzione della cattedrale di Santa Sofia a Kiev. Aspetto che in questo momento diventa molto significativo e commovente sapendo i gravissimi rischi che corre la basilica originale.

In seguito a questi contatti è stato subito lanciato un appello per la raccolta di materiale medico sanitario, che va, da quello per le  piccole necessità quotidiane di bambini ed anziani (pannolini, pannoloni, salviettine, traverse, termometri), a farmaci per malattie da raffreddamento (paracetamolo, antibiotici, vitamine); fino ad arrivare a medicinali sempre più specializzati che possano servire in sala operatoria o per patologie più gravi.

Ed è veramente sorprendente constatare come tante persone che pure escono da un periodo pieno di problemi dovuti alla pandemia, abbiano accolto con generosità e sincera partecipazione  l’appello lanciato dal parroco. Una delle sale della parrocchia è stata appositamente riservata alla raccolta e alla selezione dei farmaci a cui si sono dedicati membri della comunità ucraina, volontari della parrocchia e medici che hanno dato alcune preziose indicazioni per la suddivisione dei medicinali meno conosciuti. A questo si è aggiunta la collaborazione della farmacia Grana che ha applicato degli sconti ai farmaci destinati all’Ucraina, provvedendo anche a suddividerli per tipologie.

Anche coperte e giacconi sono stati consegnati ad alcune associazioni, tra cui il Salvamamme, che si sono offerte di recapitarli in Polonia, Romania e Ungheria, per i profughi che arrivano giornalmente, anche se in questo momento la raccolta di abbigliamento e coperte è sospesa per problemi di trasporto.

Dolore, emozione, gratitudine e preoccupazione si leggono in ogni momento sui volti delle persone che arrivano, aiutano, si fermano a parlare. Sentimenti espressi e affidati al Signore anche nei messaggi che si susseguono nelle chat, ben sapendo che tutto è affidato alla buona volontà degli uomini, ma anche alla protezione di Maria a cui viene rivolta sempre più spesso in questi giorni un’antica preghiera  del III° secolo,  conosciuta anche dalla chiesa ucraina:

Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio.
Non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova,
ma liberaci da ogni pericolo,
o Vergine gloriosa e benedetta.

Leggi tutto

Contatori visite gratuiti

Cerca...