Cerca
 

NewsLetter
 
Le nostre ultime Newsletters.

Inviato Data
9 12 Ott 2016
8 21 Mag 2016
7 17 Mar 2016
6 02 Mar 2016
5 17 Dic 2015


Seguici su FaceBook
 

 

Photo Gallery
 

I nostri Gruppi Parrocchiali
 

Menu principale
 

On-line
 

Abbiamo
12 ospiti e
0 utenti online

Sei un utente non riconosciuto. Puoi effettuare il login qui.



Login utente
 
Utente
Password
Ricordami

Non hai ancora un profilo? Puoi crearne uno qui. In quanto utente registrato hai alcuni vantaggi quali ad esempio un gestore di temi, la configurazione dei commenti e il loro invio col tuo nome, a seconda delle configurazioni e delle opzioni di questo sito.


Parrocchia San Gaetano
 

PP. Teatini

Via Tuscania, 12
00191 Roma
cellulare: 380.4310016
tel. 06-32.93.801
fax 06-36.30.19.00
Palestra 06-36.30.70.10

clicca qui per la mappa

Segreteria Parrocchiale:
Lun. - Ven.:
ore 17.00- 19.00

Sante Messe:
Feriali: 9.30 e 18.30
Festive: 8.30; 10.30;
12.00; 18.30

Per sostenere la Parrocchia:
codice IBAN:
IT 15 P 03069 03336 100000002311
intestato a:
Parrocchia San Gaetano

Diocesi Settore Nord
Vescovo Ausiliare
Mons. Guerino Di Tora

Prefettura XIII

Quartiere Fleming/Flaminia
15º Municipio


La Bibbia
 

Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

Pillole
 

Tratta gli amici come scatti le fotografie: mettili nella loro luce migliore.

-- Anonimo

WebMail
 


 

BEATITUDINI DEL NOSTRO TEMPO
 

BEATI quelli che sanno ridere di se stessi, perché‚ non finiranno mai di divertirsi.
BEATI quelli che sanno distinguere una montagna da un ciottolo perché‚ eviteranno molti fastidi.
BEATI quelli che sanno riposare e dormire senza trovare scuse, perché‚ diventeranno saggi.
BEATI quelli che sanno ascoltare e tacere, perché‚ impareranno cose nuove.
BEATI quelli che sono abbastanza intelligenti per non prendersi sul serio, perché‚ saranno apprezzati dai loro vicini.
BEATI quelli che sono attenti alle richieste degli altri, senza sentirsi indispensabili, perché‚ saranno dispensatori di gioia.
BEATI quelli che sanno guardare seriamente alle cose piccole e tranquillamente alle cose importanti, perché‚ andranno lontano nella vita.
BEATI quelli che sanno apprezzare un sorriso e dimenticare uno sgarbo, perché‚ il loro cammino sarà pieno di sole.
BEATI quelli che pensano prima di agire, perché‚ non si turberanno dell'imprevedibile.
BEATI voi se saprete apprezzare un sorriso e dimenticare uno sgarbo: il vostro cammino sarà sempre pieno di sole.
BEATI voi se saprete interpretare con benevolenza gli atteggiamenti degli altri anche contro le apparenze: sarete giudicati ingenui, ma questo è il prezzo dell’amore.
BEATI quelli che pensano prima di agire e che pregano prima di pensare: eviteranno tante stupidaggini.
BEATI soprattutto voi che sapete riconoscere il Signore in tutti coloro che incontrate: avete trovato la vera luce e la vera pace.



CORAGGIO, FRATELLO CHE SOFFRI
 

Nel Duomo vecchio di Molfetta c'è un grande crocifisso di terracotta. Il parroco, in attesa di sistemarlo definitivamente, l'ha addossato alla parete della sagrestia e vi ha apposto un cartoncino con la scritta: collocazione provvisoria.


continua...


I DIECI LEBBROSI
 

I dieci lebbrosi se ne vanno al calar del sole
tutti guariti, mostrandosi la pelle sana
liberati dall'immonda raganella
che faceva il deserto all'ingresso dei villaggi.
Uno solo si gira, inquieto di camminare
fra due ombre: una dietro di lui
come i nove compagni e l'altra
leggera, davanti a lui, già calante
come se il suo dorso restasse rischiarato
dall’oriente, lo sguardo intravisto
che li ha mandati pieni di speranza ai sacerdoti
- la Vita che si dona, dimenticata dalla vita
che segue e ricomincia. Dov'era il miracolo
prima del miracolo? Sono partiti così in fretta.
Gli altri nove sono lontano. Allora, lui decide
di risalire il fiume della strada.

(J.P. Lemaire, La rotta)



PREGHIERA DEL SECOLO XIV
 

Cristo non ha mani,
ha soltanto le nostre mani,
per fare il suo lavoro oggi.
Cristo non ha piedi,
ha soltanto i nostri piedi
per guidare gli uomini sui suoi sentieri.
Cristo non ha labbra,
ha soltanto le nostre labbra
per raccontare di sé agli uomini di oggi.
Noi siamo l’unica Bibbia che i popoli leggono ancora;
siamo l’unico messaggio di Dio,
scritto in opere e parole.



NOI DICIAMO, DIO DICE
 



 
Un altro progetto MAX s.o.s.
Crediti - Powered by MAXdev